Visitate anche il nostro sito istituzionale: www.radiostudiocentro.it

mercoledì 30 aprile 2008

Sembrerebbe un “nulla di speciale”

Una piccola stanzetta buia con cartoni da imballaggio sui muri, due vecchi giradischi riadattati, un piccolo mixer realizzato in scatola di montaggio e un registratore a cassette.

Sembrerebbe un “nulla di speciale”, se non fosse l’inizio comune di molte radio libere tra le quali vi è certamente la nostra.
Un pezzo della storia d’Italia che dalla fine degli anni ’70 è arrivata ai giorni nostri.
“Non ci rendevamo conto di quello che in realtà stavamo facendo”… molti pionieri della radiofonia privata italiana la pensano allo stesso modo, ma la realtà è che siamo stati gli artefici di una rivoluzione culturale, che ha investito tutti i media e anche la società.
“Cambiò tutto, il modo di comunicare, la grafica, si ebbe più fantasia e si adottarono nuovi linguaggi. Si modificarono gli aspetti tecnici e quelli sociali.” Eppure tutti noi che in quel periodo facevamo la radio, non avremmo mai pensato che si potesse arrivare a tanto.
Mille e più antenne e tantissime storie di Radio… noi abbiamo iniziato a raccontare la nostra e continueremo a farlo in prima persona e cercheremo di farcela raccontare da chi ha creduto assieme a noi al progetto “Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano”.
Ma ora vogliamo aprire le nostre porte e il nostro Blog pure a voi che ci seguite e avete delle storie di Radio da raccontare... Se volete parlarci di Radio non più in attività o della vostra storia legata a qualcuna di queste Emittenti fatelo, commentando questo Post.

Per inviarci materiali più consistenti quali foto, audio e quant’altro vi preghiamo di utilizzare la nostra mail:
radiostudiocentro@email.it

Salvo Rallo