Visitate anche il nostro sito istituzionale: www.radiostudiocentro.it

martedì 8 dicembre 2015

Natale con i suoi mille colori…

*     *     *     *     *     *     * 
Natale con i suoi mille colori, le luci e gli sfarzi si avvicina sempre di più e, come ogni anno in questo periodo, non potevano mancare le tematiche legate alla solitudine, alle tradizioni spesso dimenticate, al rispetto, agli ultimi. 
Tra i temi sociali più sentiti c’è sicuramente quello degli anziani, che spesso sono abbandonati a loro stessi salvo poi ricordarsene solo in punto di morte…
Una catena di supermercati tedesca, la Edeka, per ricordare l’importanza della famiglia ha realizzato uno spot pubblicitario che, nel giro di poche ore, ha fatto il giro del mondo e ha commosso milioni di persone.
La trama è molto semplice; un anziano che vive da solo, per il Natale, invita i figli e i nipoti a casa sua… ma nessuno di loro, preso da mille impegni, potrà essere presente per quella occasione.
Allora l’anziano si dà per morto! A questo punto tutti i familiari si precipitano a casa sua addolorati, ma quando spalancano la porta si trovano di fronte il vecchietto vivo e vegeto che si scusa dicendo: In quale altro modo avrei potuto avervi tutti qui insieme?
La famiglia non lo mena, ma si scioglie in pianti e lacrime, perdonando il nonnino per la marachella fatta.
Il messaggio quale è? La cosa più bella da fare per il Natale è… passarlo in famiglia!!!
…Per quanti ancora ci credono è un invito, ma anche un augurio per poterlo fare!


SINCERI AUGURI DI BUON NATALE 2015 E DI UN FELICISSIMO 2016!!!
 

giovedì 1 ottobre 2015

1980-2015: 35 anni di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano


1980-2015: Ci sono voluti ben 35 anni di duro lavoro per fare di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano questa bella realtà che molti apprezzano.
Ciascuno di noi ha fatto quanto di meglio si poteva fare e, anche tra mille difficoltà, abbiamo raggiunto questo ambito traguardo che ci sembrava irraggiungibile.
Diversi sono stati i fattori che ci hanno permesso di festeggiare questo anniversario, l’amore per il mezzo radiofonico, il rispetto per le persone che ci collaborano e per quelle che ci seguono e, non per ultimo, la qualità delle trasmissioni offerte.
In questo tempo ci siamo messi anche a disposizione della collettività nell’interesse comune di fare cultura, informazione e anche intrattenimento. È un nostro impegno quello di continuare a farlo, sempre meglio e sempre più motivati.
Oggi 1° Ottobre 2015 ci ringraziamo e vi ringraziamo per l’affetto che ci dimostrate ogni giorno. Grazie di  vero cuore per questi bei 35 anni passati insieme, con l’augurio di poterne vivere ancora moltissimi altri in nostra compagnia!
 
La Direzione e lo Staff di Radio Studio Centro _ Consorzio Radiofonico Siciliano – Due Erre Italia Group – Marineo – Palermo

mercoledì 15 luglio 2015

Radio Studio Centro CRS è Radio Ufficiale della 9^ Edizione della Notte Bianca “Città di Ciminna”!

Sabato 25 luglio 2015 dalle ore 21,00 in poi si svolgerà la 9^ Edizione della Notte Bianca “Città di Ciminna”, anche quest’anno organizzata dall’Associazione Pro-Carnevale con il patrocinio del Comune di Ciminna Assessorato alla Cultura; Turismo, Sport e Spettacolo e Radio ufficiale della manifestazione RADIO STUDIO CENTRO - Consorzio Radiofonico Siciliano. Saranno 10 ore di puro spettacolo, ma anche di eventi culturali, degustazioni e tante curiosità.

Si inizierà alle ore 21,00… da Piazza Alcide De Gasperi sarà disponibile un servizio navetta che dal punto di raccolta partirà gratuitamente verso Piazza Madrice per visitare la celeberrima omonima Chiesa e il suo campanile, con visite guidate ad intervalli di 20 minuti. Ma si potranno anche visitare una serie di mostre allestite nei vicoli adiacenti. Alle ore 21,30 a Piazza Umberto I partirà un torneo di Burraco; mentre in Corso Umberto I si svolgerà il Body Painting.
Alle ore 22,00 a Piazza Madrice “Sand-art”, con Stefania Bruno e le sue opere su sabbia.
Alle ore 22,30 in Corso Umberto I mostra artigianato con degustazione di “Millefoglie”; in Corso Umberto I uno spettacolo con bolle di sapone, gonfiabili e maschere per bambini.
Sempre alle ore 22,30 in Piazza Madrice il “Ballo del Gattopardo”; mentre in via Umberto I si terrà uno spettacolo di danza aerea con tessuti di “Marika Raggio”.
Alle ore 23,15 in Corso Umberto I si terrà uno spettacolo di danza Hip Hop; a seguire l’esibizione del duo acustico di chitarre Francesco e Michelangelo Campanella. Mezz’ora dopo la mezzanotte in Piazza Alcide De Gasperi si esibirà il duo comico “I Fusibili”. Alle ore 01,30 in Piazza Alcide De Gasperi tributo musicale a Rino Gaetano. Dalle Ore 03,00 in Piazza Alcide De Gasperi il DJ Peppe Chetta aprirà le danze che si concluderanno alle ore 6,00, quando, per chi ha resistito tutta la notte, verranno offerti dei cornetti caldi, appena sfornati.
E non dimenticate, per chiunque indossi un indumento di colore bianco, o dimostri di avere compiuto 50 anni nel corrente anno o di compiere gli anni nel giorno della manifestazione, un buono per una consumazione di birra omaggio…
Vi aspettiamo Sabato 25 luglio 2015 dalle ore 21,00 in poi per la 9^ Edizione della Notte Bianca “Città di Ciminna”!
Questo è il video dello Spot Pubblicitario per la 9^ Edizione della Notte Bianca Città di Ciminna (PA), realizzato da Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano, la Radio Ufficiale della manifestazione!

domenica 5 luglio 2015

Buona Estate 2015!

BUONA ESTATE A TUTTI!!!
Necesito del mar porque me enseña…
 
Il Mare
Ho bisogno del mare perché m'insegna:
non so se imparo musica o coscienza:
non so se  è onda sola o essere profondo
o sola roca voce o abbacinante
supposizione di pesci e di navigli.
Il fatto è che anche quando sono addormentato
circolo in qualche modo magnetico
nell'università delle acque.
Non sono solo le conchiglie triturate
come se qualche pianeta tremante
partecipasse lenta morte,
no, dal frammento ricostruisco il giorno,
da una raffica di sale le stalattiti
e da una cucchiaiata il dio immenso.
Ciò che m'insegnò prima lo custodisco !  È aria,
vento incessante, acqua e arena.
Sembra poca cosa per l'uomo giovane
che giunse a vivere qui con i suoi incendi,
e tuttavia il battito che saliva
e scendeva al suo abisso,
il freddo dell'azzurro che crepitava,
lo sgretolamento della stella,
il tenero dispiegarsi dell'onda
sperperando neve con schiuma,
il potere quieto, lì, determinato
come un trono di pietra nel profondo,
sostituì il recinto in cui crescevano
ostinata tristezza, oblio accumulato,
e bruscamente cambiò la mia esistenza :
diedi la mia adesione al puro movimento.
Pablo Neruda
Memorial de Isla Negra
1964

sabato 13 giugno 2015

Un video sul Giubileo per i 100 anni di Schoenstatt 1914 - 2014

In esclusiva per gli ascoltatori di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano e i rappresentanti del Movimento di Schoenstatt sparsi in tutto il mondo:
IL GIUBILEO PER I 100 ANNI DI SCHOENSTATT 1914 - 2014
“Schoenstatt (Germania) 16/19 OTTOBRE 2014 - Roma (Italia) 23/26 OTTOBRE 2014”
Un video realizzato dalla DUE ERRE ITALIA GROUP - Divisione Media per il Movimento di Schoenstatt Sicilia, in occasione del X° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia, tenutosi il 19 Aprile 2015 a Isola delle Femmine (Palermo).
Ricerche iconografiche e collaborazione alla realizzazione: Suor Ivone Zenovello (corresponsabile del Movimento in Italia).
Realizzazione Tecnica, Commento alle immagini e Regia: Salvatore Rallo
Supporto Tecnico: www.radiostudiocentro.it

 Buona visione e W. Maria
 

mercoledì 13 maggio 2015

In esclusiva su Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano, il 10° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia!


Domenica 17 Maggio 2015 alle ore 9,00 su Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano FM 102,500 Mhz e online, si parlerà del 10° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia, svoltosi il 19 Aprile presso il Saracen Sands di Isola delle Femmine (Palermo).
E’ ormai una consuetudine che la redazione di “Radio Studio Centro – C. R. S. – Due Erre Italia” partecipi a questo appuntamento annuale, raccogliendo tutte le sfumature dell’intera giornata di festa per Maria. Nell’occasione dell’Incontro 2015, Salvo Rallo e Maria Antonina Rubino hanno raccolto le interessanti relazioni di Padre Giovanni Riba, nuovo responsabile del Movimento in Italia, e di Fra Benigno di Gesù Povero dei Frati Minori Rinnovati, noto esorcista della Diocesi di Palermo.

Domenica ascolteremo la registrazione integrale della relazione di Padre Giovanni Riba sul tema Le sfide che Papa Francesco ha affidato ai missionari della Campagna di Schoenstatt nel Giubileo 2014, che ha messo in evidenza quali sono le qualità essenziali che un missionario deve avere. Maria sceglie le persone, le persone scelgono Maria e grazie all’amore del Signore, che è quello che sostiene la nostra vita, il bene trionfa sulle nostre debolezze e i nostri limiti.
Maria si prende cura di noi, delle famiglie e delle persone che ci sono state affidate. Questo “scambio” di “Fedeltà” ha però bisogno di cuori disponibili, cuori coraggiosi, aperti all’amore di Dio per compiere miracoli.
Papa Francesco per questo ci esorta a metterci in cammino, affidandoci una missione per gli anni futuri, non nel suo nome, ma in nome di Gesù. Ci invia con Maria, la prima ad essersi messa in cammino, e ci invia nelle famiglie che sono il fondamento della nostra società e del nostro credo.
La forza rinnovatrice della Campagna, il nuovo invio, si riassume nella storiella del colibrì, l’uccellino più piccolo del mondo, che non ha paura a valicare le cime più alte e superare i ghiacciai, perché vuole ultimare il suo viaggio e raggiungere l’agognata meta.
A seguire la relazione di Fra Benigno, sul tema “La vera Fede” che ci ha spiegato con parole semplici, servendosi di parecchi aneddoti, la vera essenza della Fede. Per capire cosa è la Fede si deve partire dal capire cosa non è la Fede: non è la semplice conoscenza delle verità di Fede, non è andare alla Santa Messa la domenica, non è conoscere alla perfezione i testi Sacri, non è frequentare la Chiesa nelle ricorrenze, non è divertimento, non è folklore, non è magia, non è fanatismo, non è un certo aiuto che diamo agli altri. La Fede è una cosa seria: Fede è fidarsi di Dio, della sua Parola!  

Domenica mattina, negli Speciali diDomenica Cultura”, rivivremo questo importante momento che ogni anno diventa sempre più atteso e apprezzato da parte di molti fedeli siciliani, che amano la nostra Madre Celeste “Maria” e suo figlio “Gesù”.
Ancora grande Radio sulle frequenze di Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano, da non perdere, appuntamento Domenica 17 Maggio 2015 alle ore 9,00 e replica mercoledì 20 Maggio alle ore 24,00.
Per ulteriori dettagli sulla trasmissione o per ricevere informazioni sul Movimento di Schoenstatt e la Campagna della Madonna Pellegrina, si può contattare la redazione dell'emittente, al numero diretto 3343324082 oppure scrivendo all’indirizzo: radiostudiocentro@email.it .
Si ricorda che gli speciali di “Domenica Cultura” si possono riascoltare in Podcast e scaricare in Mp3 dal sito www.radiostudiocentro.it  cliccando sul seguente collegamento http://www.radiostudiocentro.it/Podcast-DomenicaCultura.htm
Salvo Rallo

giovedì 2 aprile 2015

I colori della Pasqua 2015

Che sia la pace, il simbolo di questa bellissima festa, a dimorare per sempre nelle nostre case e nei nostri cuori. Auguri per tutti!!!
I colori della Pasqua
Avevo una scatola di colori,
brillanti decisi e vivi;
avevo una scatola di colori
alcuni caldi e altri freddi.
Non avevo il rosso per il sangue dei feriti,
non avevo il nero per il pianto degli orfani,
non avevo il bianco per il volto dei morti,
non avevo il giallo per le sabbie ardenti.
Ma avevo l'arancio per la gioia della vita,
e il verde per i germogli e i nidi,
e il celeste per i chiari cieli splendenti,
e il rosa per il sogno e il riposo.
Mi sono seduta e ho dipinto la Pasqua.
(Irene)

lunedì 5 gennaio 2015

Con “Pino” nel cuore!

Sicuramente non era nelle nostre intenzioni inaugurare l’inizio di questo nuovo anno del Blog della Radio, con la triste notizia della perdita di un grande artista del mondo della musica: Pino Daniele.
Un dispiacere per tutti coloro che, anche se non nel settore, vivono di musica.
La musica spesso diventa la colonna sonora della nostra esistenza; momenti belli, tristi, o di semplice passaggio, soventemente sono accompagnati da dei motivi musicali, e quelli delle canzoni di Pino Daniele si sono incrociati tantissime volte con l’esistenza di molte persone e anche con la mia. La sua musica c’era negli anni ottanta quando iniziavo l’avventura della radio; o negli anni duemila quando sulle note di “Yes I know my way” (diffusa su di un pullman dell’azienda dei trasporti di Palermo), ho “vissuto” un giorno molto importante della mia vita...   
Non siamo avvezzi nel fare necrologi o meglio, come si dice in gergo giornalistico, coccodrilli; ma se per la recente dipartita di Pino Mango, l’8 dicembre 2014, non abbiamo voluto scrivere nulla, per Pino Daniele invece vogliamo farlo!
Ieri sera 4 gennaio 2015 è morto a Roma, stroncato da un infarto, Pino Daniele. Il cantautore napoletano avrebbe compiuto 60 anni il 19 marzo.
La vita del cantante per come ha detto oggi il suo medico “era appesa a un filo e lui lo sapeva bene. Ogni giorno era un giorno di vita in più guadagnato. Purtroppo, la fine era nell'evoluzione stessa della malattia”.
Musicalmente è stato un cantautore importantissimo nel panorama musicale italiano e non solo.
Ha saputo creare dal nulla un genere, un sound, che poi è stato ripreso anche da altri importanti cantautori italiani. La fusione di generi che partendo dalla tradizionale melodia napoletana si proietta in tutto il mondo (in Africa, in Oriente e anche nel Sudamerica) con innesti di Jazz, Blues americano, Pop e Rock.
Giuseppe Daniele nasce nei bassifondi della sua amata e martoriata Napoli il 19 marzo del 1955.
Il suo esordio avviene nel 1977 con il disco Terra Mia e il brano “Napule è” che diventa il manifesto della speranza e delle disillusioni di una intera generazione. Ma molte sono le canzoni di successo firmate da questo artista, tutte con degli importanti testi presi dalle emozioni e dal contatto con la sua gente; e con la musica mai messa in secondo piano rispetto al testo stesso.
Nel 1979 “Je so' pazzo”, “Putesse essere allero”; da Nero a metà del 1980, “A me me piace 'o blues” e “Quanno chiove”; nel 1981 da Vai mò brani come “Yes I know my way”; nel 1991 da Un uomo in blues la celeberrima “O scarafone”; e questo solo per citare alcune delle canzoni più conosciute del grande Pino, che ha saputo ben armonizzare testi importanti, con della bellissima musica, in un sound che usa il napoletano, l’italiano e l’inglese.
Nel 1980 Pino Daniele ebbe l’onore di aprire il concerto milanese di Bob Marley, ma tantissime sono state nel corso degli anni le collaborazioni dell’artista napoletano con i nomi noti del panorama musicale mondiale. Chick Corea, Eros Ramazzotti, Ralph Towner, Jovanotti, Yellow Jackets, Francesco De Gregori, Ron, Fiorella Mannoia, Danilo Rea, Mel Collins, e non da ultimo Pat Metheny.
Intensa è stata la collaborazione con l'amico Massimo Troisi, anch’egli napoletano, con il quale condivideva tante passioni e purtroppo, un “cuore pazzo”; per lui scrive le colonne sonore di Ricomincio da tre (del 1981), Le vie del signore sono finite ( del 1987), e poi la bellissima “Quando”, scritta a quattro mani con l’amico di sempre per Pensavo fosse amore e invece era un calesse (del 1991).   
Scrivo canzoni perché non riesco altrimenti a dire quello che sento. Cerco di non scrivere testi, ma poesie d’amore. Parole e musica nascono assieme. È roba che fa da sempre parte della mia vita. In questo suono a tratti mediterraneo, io e i miei ci riconosciamo. Napoli è molto vicina all’Africa e anche all’America” diceva Pino Daniele.
La sua ultima esibizione è stata la notte di Capodanno, per lo spettacolo in attesa del nuovo anno, in diretta da Courmayeur. Lo abbiamo visto uscire da quella porticina in fondo al palcoscenico, quasi ad uscire dallo spettacolo della vita.
Oggi vogliamo ricordarlo con tutta la sua musica che rimarrà sempre nei nostri “cuori”.
Ciao Pino, con te ne va uno dei più grandi artisti della canzone napoletana, italiana o meglio mediterranea!                                                                                                 
Salvo Rallo