Visitate anche il nostro sito istituzionale: www.radiostudiocentro.it

martedì 31 dicembre 2013

Vivere un felicissimo 2014, coinvolgendoci e impegnandoci!

Vorremmo chiudere questo nostro bellissimo 2013 con alcuni passi tratti dall’omelia di Papa Francesco, svolta questo pomeriggio nella Basilica di San Pietro, in occasione dei Vespri per la Solennità di Maria Santissima Madre di Dio e il Te Deum del 31 dicembre.
Il Papa, nel suo discorso ha parlato di Roma, ma noi vorremmo riportare ad una scala più grande gli importantissimi temi trattati…
 
“La “Roma” dell'anno nuovo avrà un volto ancora più bello se sarà più ricca di umanità, ospitale, accogliente, se tutti noi saremo attenti e generosi verso chi è in difficoltà, se sapremo collaborare con spirito costruttivo e solidale, per il bene di tutti. Sarà migliore se non ci saranno persone che la guardano da lontano...
E’ una città piena di turisti, ma anche piena di rifugiati. Piena di gente che lavora, ma anche di persone che non trovano lavoro o svolgono lavori sottopagati e a volte indegni.
Ci sono tante persone segnate da miserie materiali e morali, persone povere, infelici, sofferenti, che interpellano la coscienza di ogni cittadino.
Tutti hanno il diritto ad essere trattati con lo stesso atteggiamento di accoglienza e di equità, perché ognuno è portatore di dignità umana.
Ma l'anno nuovo sarà migliore se non ci saranno persone che guardano la vita solo dal balcone, in cartolina, senza coinvolgersi in tanti problemi umani, di tante persone che, alla fine… e dal principio, lo vogliamo o no, sono nostri fratelli.
Questa sera concludiamo l'anno del Signore 2013 ringraziando e chiedendo perdono”.
L’augurio che Salvo, Maria Antonina, Lucrezia, Cristina, Rosa, Giuseppe, Paolo, Francesco, Tiziano dello Staff di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano vogliono farvi è proprio questo…
Vivere un felicissimo 2014, non guardando la vita solo dal balcone o dalla cartolina, coinvolgendoci e impegnandoci in questa meravigliosa vita, ringraziando sempre nostro Signore che ha voluto donarcela!  ...Auguri!!!
S.R.

lunedì 23 dicembre 2013

AUGURI DI BUON NATALE E DI UN FELICE ANNO NUOVO!

NATALE, UN GIORNO
Perché
dappertutto ci sono cosi tanti recinti?
In fondo tutto il mondo e un grande recinto.

Perché
la gente parla lingue diverse?
In fondo tutti diciamo le stesse cose.

Perché
il colore della pelle non e indifferente?
In fondo siamo tutti diversi.

Perché
gli adulti fanno la guerra?
Dio certamente non lo vuole.

Perché
avvelenano la terra?
Abbiamo solo quella.

A Natale - un giorno - gli uomini andranno d’accordo in tutto il mondo.
Allora ci sarà un enorme albero di Natale con milioni di candele.
Ognuno ne terrà una in mano, e nessuno riuscirà a vedere l’enorme albero fino alla punta.

Allora tutti si diranno "Buon Natale!" a Natale, un giorno.
di Hirokazu Ogura

AUGURI DI BUON NATALE E DI UN FELICE 2014 RICCO DI AMORE, GIOIA E SERENITÀ!

giovedì 19 dicembre 2013

Tutti uguali, Tutti diversi! I disturbi dell’apprendimento...

Martedì 17 Dicembre 2013, presso l’Aula Magna dell’I.C. Marineo - Bolognetta, in Piazza Garfield e Lodi a Marineo, si è tenuto il secondo incontro del Ciclo di Conferenze organizzato dalla redazione giornalistica di Radio Studio CentroConsorzio Radiofonico Siciliano "Insieme per capirci qualcosa"!
“Nei panni del bambino”: Le difficoltà di apprendimento a scuola – (Dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia, ovvero il complesso mondo dei disturbi specifici dell’apprendimento), è stato l'argomento trattato in questa interessantissima conferenza.
Sono intervenuti l’Insegnante Maria Daniela Cangelosi; l’Insegnante Mariella Spataro dell’I.C. Marineo-Bolognetta; l'Assistente Sociale e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Marineo, Dott.ssa Francesca Salerno e il Pediatra, Dott. Carlo Greco.
L’incontro è iniziato con la relazione del Dott. Carlo Greco, che ha trattato di come il pediatra, conoscendo a fondo i disturbi dell'apprendimento, è in grado di escludere alla loro base, un ritardo mentale o dei disturbi sensoriali, quali la sordità o la cecità, e inviare nei centri di neuropsichiatria infantile per la diagnosi definitiva. Ha spiegato le cause dei disturbi dell’apprendimento più conosciute quali la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia; la probabile origine genetica e l’ereditarietà. E infine, ha illustrato le terapie riabilitative per questi tipi di disturbi dell'apprendimento.
L’Insegnante Mariella Spataro, ha parlato di quanto sia importante che gli insegnanti conoscano tali problematiche, in modo da individuarle quanto prima. Quali siano gli elementi che un insegnante debba prendere in considerazione per riconoscere un disturbo dell'apprendimento.
La Dott.ssa Francesca Salerno, ha riferito di quali siano, dal punto di vista legislativo, gli aiuti per chi ha dei disturbi dell'apprendimento e per le loro famiglie.
Infine, l’Insegnante Maria Daniela Cangelosi ha espresso ai presenti, in modo molto confidenziale, cosa significhi essere genitori di un bambino con disturbi dell'apprendimento.

Gli importanti temi trattati potranno essere riascoltati Domenica 22 Dicembre 2013 alle ore 10,10 in poi nel corso della trasmissione "Domenica Cultura" in onda su Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano in FM (102,500 Mhz) e on-line, con replica Mercoledì 25 Dicembre (Natale) alle ore 24,00.
Infine, ricordiamo a tutti i nostri radioascoltatori che gli speciali di “Domenica Cultura” si possono anche riascoltare in Podcast e scaricare in Mp3 dal sito http://www.radiostudiocentro.it/ alla pagina RSCLive - Podcast/Domenica Cultura o cliccando sul seguente collegamento http://www.radiostudiocentro.it/Podcast-DomenicaCultura.htm

domenica 15 dicembre 2013

Nei panni del bambino, ovvero il complesso mondo dei disturbi specifici dell’apprendimento


Continua il ciclo di conferenze organizzato da Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano e dedicato ai "Giovani e alle Famiglie"...INSIEME PER CAPIRCI QUALCOSA!
Il secondo incontro si terrà martedì 17 Dicembre 2013 alle ore 16,30 presso il Teatrino Scolastico sito in Piazza Garfield e Lodi a Marineo (PA) ed avrà come tema le difficoltà di apprendimento a scuola  - “Nei panni del bambino” (Dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia, ovvero il complesso mondo dei disturbi specifici dell’apprendimento).
Nel corso di questo incontro gli esperti parleranno delle problematiche relative ai disturbi specifici dell’apprendimento e dei trattamenti che possono essere avviati.
Interverranno, l’Insegnante Mariella Spataro dell’I.C. Marineo-Bolognetta; l’insegnante Maria Daniela Cangelosi; il Dott. Carlo Greco e la Dott.ssa Francesca Salerno. Per la redazione giornalistica di Radio Studio CRS, modererà l’incontro Maria Antonina Rubino.

Un’altro importante appuntamento da non perdere per poter ampliare le proprie conoscenze sulle problematiche giovanili (l'ingresso è libero), ma anche un appuntamento che si potrà seguire sulle frequenze di Radio Studio Centro nel corso del programma “Domenica Cultura”,  in onda ogni Domenica mattina.

Per saperne di più leggete il nostro Blog http://radiostudiocentro.blogspot.com
VI ASPETTIAMO NUMEROSI A QUESTO IMPORTANTE INCONTRO DEL 17 DICEMBRE 2013!!!

giovedì 28 novembre 2013

Andiamo alle radici: Problemi e difficoltà della famiglia moderna


INSIEME PER CAPIRCI QUALCOSA…”  è un ciclo di conferenze organizzate dalla redazione giornalistica di Radio Studio Centro _ Consorzio Radiofonico Siciliano, sui problemi dei giovani e delle famiglie.
 
“Andiamo alle radici”: crisi del ruolo educativo della famiglia e responsabilità educative – (Problemi e difficoltà della famiglia moderna) è stato il primo incontro che si è tenuto martedì 26/11/2013 alle ore 16,30 presso il Teatrino Scolastico sito in Piazza Garfield e Lodi a Marineo. All’incontro, moderato da Maria Antonina Rubino, Direttore dei Programmi di Radio Studio Centro, hanno partecipato il Dott. Carlo Greco, Pediatra; la Dott.ssa Francesca Salerno, Assistente Sociale e Assessore alle politiche sociali del Comune di Marineo (che sono anche i curatori degli incontri); il Prof. Giovanni Puma, Docente di Lettere presso la Scuola Media di Marineo e la Prof.ssa Antonella Lampone, Dirigente Scolastico Dell’I. C. Marineo-Bolognetta.
Durante la conferenza si è parlato, e si è dibattuto con i presenti, delle problematiche inerenti il ruolo educativo della famiglia e le co-responsabilità educative; oltre alle innumerevoli difficoltà che deve affrontare la famiglia moderna, per una sana educazione dei propri figli.
La registrazione integrale di questo primo incontro si potrà ascoltare all’interno della rubrica “Domenica Cultura”  in onda Domenica 1° Dicembre 2013 alle ore 9,30 (Fm 102,500 e on-line), con replica mercoledì 04 Dicembre alle ore 24,00.
Gli speciali di “Domenica Cultura” si possono riascoltare in Podcast e scaricare in Mp3 dal sito http://www.radiostudiocentro.it/  alla pagina RSCLive - Podcast/Domenica Cultura o cliccando sul seguente collegamento http://www.radiostudiocentro.it/Podcast-DomenicaCultura.htm

domenica 24 novembre 2013

INSIEME PER CAPIRCI QUALCOSA…

Radio Studio Centro con i suoi trentatré anni di attività continua a registrare una crescente attenzione da parte di un pubblico affascinato da quel gesto semplice e pure impegnativo che è l’ascoltare. Un’emittente con una programmazione originale e varia, che spazia dall’informazione agli approfondimenti sociali e storici, ad una attenta selezione musicale. Ma con tutto ciò non si vuole essere una radio dall’impostazione troppo seriosa o dal taglio prettamente giornalistico, ma una radio dallo stile leggero, ma allo stesso tempo informativo e stimolante. E risponde a questo duplice scopo l’ultima iniziativa promossa da Radio Studio Centro _ Consorzio Radiofonico Siciliano: “INSIEME PER CAPIRCI QUALCOSA…” un ciclo di conferenze sui problemi dei giovani e delle famiglie.
Gli incontri, organizzati dalla redazione giornalistica di Radio Studio Centro, si terranno presso il Teatrino Scolastico sito in Piazza Garfield e Lodi a Marineo e saranno curati dal Dott. Carlo Greco, Pediatra; dalla Dott.ssa Francesca Salerno, Assistente Sociale e Assessore alle politiche sociali del Comune di Marineo; da alcuni esperti dell’ASP 6 di Palermo e moderati da Maria Antonina Rubino, Direttore dei Programmi dell’emittente.
Il primo incontro si terrà martedì 26/11/2013 alle ore 16,30 e tratterà della "Crisi del ruolo educativo della famiglia e le responsabilità educative". Nel corso di questo incontro, al quale parteciperanno anche la Prof. Antonella Lampone, Dirigente Scolastico dell'I. C. Marineo-Bolognetta e il Prof. Giovanni Puma, Docente di Lettere presso la Scuola Media di Marineo, si parlerà di varie problematiche e delle difficoltà che deve affrontare la famiglia moderna.
Gli incontri si potranno riascoltare all’interno della rubrica “Domenica Cultura” in onda ogni Domenica dalle ore 9,00 in poi (Fm 102,500 e on-line), con replica il mercoledì dalle ore 24,00. Radio Studio Centro è un media “caldo” che non rende passivo chi la segue, e non subirà mai crisi preoccupanti, potrà trasformarsi, evolversi e modificarsi, ma la sua magia vivrà per sempre!
Per saperne di più visitate il sito www.radiostudiocentro.it o questo Blog http://radiostudiocentro.blogspot.com

domenica 27 ottobre 2013

Just a perfect day - Proprio una giornata perfetta!


Just a perfect day
(Proprio una giornata perfetta)
you made me forget myself
(mi ha fatto dimenticare me stesso)
I thought I was someone else
(ho pensato di essere un altro)
someone good
(una persona migliore)
 
 
Oh, it’s such a perfect day
(Oh, è stata una giornata così perfetta)
I’m glad I spent it with you…
(sono contento di averla trascorsa con te)
 
Addio a Lou Reed, uno dei più grandi Rocker degli ultimi cinquant'anni...
Lou Reed è morto oggi a 71 anni! Nella sua carriera, l’ex cantante dei “Velvet Underground”, ha scandalizzato tutti i benpensanti della borghesia americana, a cui apparteneva, introducendo nella concezione di rock, tutto sommato già convenzionalizzata, un nuovo concetto, quello della diversità, di storie dei loser (perdenti), di tossici e degli omosessuali.
Con i “Velvet Underground”, ha inciso quattro album che sono rimasti nella storia del rock. Brani come “Sweet Jane”, “Venus in Furs” e “Pale Blue Eyes” sono vere pietre miliari nella storia della musica rock per “veri intenditori”!
Negli anni ’70 Lou Reed decise di prendere la strada da solista, diventando leader e musa ispiratrice del punk newyorchese…
Voce roca, graffiante, monocorde, chitarra assoluta protagonista in tutti i suoi brani, da vero signore del rock…
Lou Reed, schiavo dell’eroina, sembrava dover morire da giovane, come tanti altri eroi del rock della sua generazione. Ma questo non avvenne e negli anni ’80 ci ha regalato nuovi capolavori come “Transformer” con la celeberrima “Walk On The Wild Side” e la bellissima e intensa “Perfect Day”.

…Then I guess she had to crash
(Immagino che ad un certo punto doveva schiantarsi)
valium would have helped that bash
(il valium avrebbe aiutato a riprendersi)
She said, hey babe
(lei disse, hei tesoro)
take a walk on the wild side
(fatti un giro sul lato selvaggio)
I said, hey honey
(ho detto, ehi dolcezza)
take a walk on the wild side
(fatti un giro sul lato selvaggio)
and the coloured girls say
(e le ragazze di colore cantano)

Lou, ora, finalmente potrai andare verso l’ignoto e il selvaggio, come cantavi in “Walk on the Wild Side”, la canzone che è il manifesto della nostra generazione!

Salvo Rallo

lunedì 30 settembre 2013

E dopo trentatré anni, siamo ancora in onda!


Domani 1° Ottobre 2013 festeggeremo il nostro 33° anno di attività, e lo faremo assieme a voi.   
Siamo contenti per questo giorno perché dopo trentatré anni siamo ancora in onda e questo lo dobbiamo a quanti ci hanno seguito in passato e ai tanti che continuano a seguirci anche oggi.
Ma anche a tutte le ditte che intelligentemente hanno investito nella loro pubblicità sulle nostre frequenze (ottenendo tra l’altro un ottimo risultato in termini economici), dandoci la possibilità di superare anche i momenti più difficili.
Radio Studio CentroConsorzio Radiofonico Siciliano è nostra, ma anche vostra, perché siete voi che la tenete viva con il vostro fedele ascolto! 
L’ impegno che rinnoveremo in questa ricorrenza è quello di proseguire a far bene il nostro lavoro, continuando a dare il massimo, sempre in maniera seria e professionale... Il vostro impegno dovrà essere quello di continuare a sostenerci e a seguirci sempre!
Un grazie di cuore a quanti ci seguono da parte della Società Due Erre Italia Group e dallo Staff di Radio Studio Centro CRS – Marineo (Palermo)

giovedì 15 agosto 2013

Per fortuna che esiste ancora la banda in Modulazione di Frequenza!


E’ una notizia di poco tempo fa che di certo non fa bene leggere, le due multinazionali Apple e Samsung stanno togliendo dai loro telefonini l'unica cosa gratuita che si poteva avere: la radio FM! Sembra una cosa da niente ma questi colossi industriali e i gestori delle reti mobili stanno rivoluzionando le nostre abitudini, stanno cominciando a decidere su tutto quello che ci riguarda e cosa più importante ci stanno svuotando i portafogli. Oggi per avere la radio, un servizio nato free e rimasto gratuito per tanto tempo, sui telefonini ma anche sui PC con il collegamento ad Internet, lo dobbiamo pagare. Per fortuna che ancora esiste la banda in modulazione di frequenza che è di buona qualità, è disponibile dappertutto e soprattutto è fruibile gratuitamente da tutti con un semplice ricevitore di pochi Euro, alla faccia delle App!!!
Pubblichiamo un articolo apparso su “Radiopassioni” che meglio spiega la questione: “Radio FM e telefonini Samsung, fine della storia? E su Android spunta una radio app alternativa” di Andrea Lawendel.
«Dopo il caso del chip con la funzione radio FM disabilitata negli Apple iPhone anche il concorrente Samsung sembra aver raggiunto la stessa conclusione: la ricezione radio sugli Smartphone è diventata obsoleta. A quanto leggo in giro - e tra i recensori i toni sono sorprendentemente polemici - non c'è più la possibilità di ascoltare la radio in FM sui nuovi Samsung Galaxy S4. La casa coreana sostiene di aver analizzato i comportamenti dei suoi utenti, che tendono ormai a preferire l'ascolto delle stazioni radio in streaming. La cosa li ha convinti a rinunciare a questa funzione negli S4, mentre a quanto pare anche la versione LTE dei Galaxy S3 ha evidenziato la stessa mancanza. Il trend è abbastanza chiaro: gli operatori di reti mobili non hanno nessun interesse di vedere un contenuto free come la radio FM che arriva "over the top", senza transitare dai soliti canali tariffari, all'orecchio dei loro abbonati paganti.
Sul mercato però ci sono ancora molti modelli di Smartphone Android che il chip radiofonico continuano invece a montarlo, per la gioia di chi non vuole rinunciare all'idea di poter ascoltare musica e notizie via etere, senza dover pagare alcun pedaggio. Per i possessori di dispositivi Android che hanno ancora il dono della radio, ho scoperto una App - ufficialmente disponibile su Google Play - che può essere usata al posto della tradizionale Radio App del sistema per Smartphone. Se quest'ultima è un po' limitata, Spirit FM è invece estremamente completa e per questo motivo non è gratuita. Sviluppata da Mike Reid, Spirit ha un paio d'anni di vita e l'ultima versione "Unlocked" viene espressamente consigliata solo a chi sa come procedere con operazioni come "root" e di aggiornamento delle ROM. Se proprio non ci si vuole sobbarcare tutta la trafila, la App - che costa 7.99 euro - dovrebbe funzionare anche con dispositivi Android non modificati, ma bisogna provarla.
Perché uno non dovrebbe accontentarsi di una radio app standard? Perché Spirit FM ovviamente fa molte più cose, inclusa la decodifica di informazioni RDS come il codice PI. I più interessati al lato della programmazione possono andarsi a leggere sul sito XDA Developers le note che riguardano il software di Reid…
…Per una Samsung che rinuncia all'FM, c'è una Sprint - l'operatore americano - che ancora scommette sul connubio radio-telefonino e punta, in partnership con una azienda chiamata Emmis Communications (che insieme a Intel aveva presentato un sistema analogo in occasione del CES 2012) a una piattaforma che consentirebbe di estendere la ricezione del segnale radiofonico attraverso una serie di informazioni, servizi musicali in streaming e banner pubblicitari mirati diffusi attraverso le infrastrutture 3G/4G. Per la verità agli annunci fatti in occasione dell'ultima edizione del salone CES di Las Vegas, a gennaio, non sono ancora seguiti i dettagli sulla disponibilità del servizio, chiamato NextRadio… Tutto però dipenderebbe dagli accordi tra operatori, costruttori e inserzionisti. La sensazione a questo punto è che NextRadio non lo vedremo mai, ma trovo apprezzabile il fatto che certi discorsi di ibridizzazione si facciano perché la radiofonia via etere, analogica o digitale che sia, ha ancora la sua importanza

lunedì 15 luglio 2013

Film che parlano di radio…



In passato abbiamo recensito libri che parlano di radio, abbiamo pubblicato degli articoli sulle curiosità legate alla radio e oggi, in questa calda giornata d’estate, parleremo finalmente di film dedicati alla radio. Di pellicole che parlano delle emittenti radiofoniche libere italiane nate negli anni '70, ce ne sono poche, l’ultima realizzata nel 2004 è “Lavorare con lentezza” di Guido Chiesa che racconta la storia della mitica Radio Alice. Nel 2000 venne realizzato il celeberrimo “I Cento passi” di Marco Tullio Giordana, film che parla della tragica morte di Peppino Impastato e dell’esperienza di Radio Aut, emittente da lui fondata.
Oggi vi parleremo di un film che abbiamo visto di recente e che ci ha dato delle emozioni incredibili, perché noi quei tempi li abbiamo vissuti. Stiamo parlando di “Radiofreccia” di Luciano Ligabue un film del 1998 che narra la storia di un’emittente immaginaria Radiofreccia, appunto, una piccola emittente emiliana che chiude i battenti nel 1993 un minuto prima del compimento dei suoi diciotto anni di vita.
Il film è tratto dalla raccolta di racconti “Fuori e dentro il borgo” di Luciano Ligabue ed ha segnato anche il debutto alla regia cinematografica del cantante rock.
Locandina del Film
Questa in breve la trama del film:
Nella sua ultima trasmissione, lo speaker Bruno Iori intrattiene i suoi ascoltatori con la storia dell’emittente, che un tempo si chiamava Radio Raptus e dei suoi fondatori Ivan Benassi, detto Freccia, Iena, Tito e Boris. Cinque ragazzi emiliani, desiderosi di esprimere le proprie idee e di trasmettere musica rock attraverso una piccola emittente radiofonica.
Creata nel 1975, nella soffitta della casa di Bruno, aveva come dotazione un trasmettitore da 5 watt, due giradischi, un mixer, un registratore, un microfono, un paio di cuffie e qualche disco in vinile. Bruno è uno studente, mentre gli altri soci sono tutti operai, che trascorrono il tempo libero per le vie del paese alla ricerca del segnale di Radio Raptus.
Ivan, soprannominato Freccia spicca su tutti e diventa il leader del gruppo. E’ molto fragile per causa della prematura morte del padre e dai continui scontri con la madre, ed è proprio per questa situazione che il ragazzo è costretto a lasciare la sua casa e a trasferirsi nella soffitta di Bruno dove era installata la stazione radio. Da qui cominciano i guai. Freccia comincia a frequentare cattive compagnie; si innamora di una ragazza tossicodipendente e finisce anche lui a drogarsi. Si convince, come spesso accade, di poter smettere di drogarsi in qualsiasi momento ma purtroppo non è così! Il ragazzo muore per overdose. I suoi amici decidono allora di dedicargli la piccola stazione radio per ricordarlo, così Radio Raptus viene ribattezzata Radiofreccia in suo onore. Un’emittente che chiuderà i battenti prima del compimento dei suoi diciotto anni, così per come è accaduto a Freccia.
L’epilogo del film è quello in cui Bruno saluta gli ascoltatori mandando in onda una vecchia audiocassetta registrata, nella quale Freccia parla di se, in un monologo dai toni emozionanti.
Consiglio vivamente la visione del film Radiofreccia a tutti i nostri amici che volessero immergersi nel clima che si respirava nelle radio libere degli ultimi anni ‘70 e dei primissimi anni ’80, radio messe in piedi con pochi soldi e tanta fantasia da pionieri che parlando liberamente, raccontandosi agli ascoltatori, trasmettendo buona musica, hanno spesso dato un senso alla propria esistenza e a quella di tanti ascoltatori che li seguivano.
Buon ascolto e buona visione!

Salvo Rallo

domenica 30 giugno 2013

Ci faranno divertire, ballare, innamorare e commuovere!


Di certo ci faranno divertire, ballare, innamorare ma anche commuovere…
Sono le canzoni dell'estate 2013 che ci faranno compagnia sulle spiagge, in auto o a casa e rinfrescheranno la nostra mente per tutta la calda stagione. Sono i cosiddetti “tormentoni”, che non sono i brani più venduti, ma quelli più trasmessi in assoluto nelle radio e suonati in discoteca, nelle feste e nei locali di tutta Italia.
Anche quest’anno abbiamo chiesto al nostro staff, prima di andare in vacanza, di compilare un elenco di brani che dovranno essere presenti nella nostra compilation dell’estate.
Dal punto di vista internazionale iniziamo con una canzone tra le più trasmesse, "Get lucky" dei Daft Punk, che si avvalgono della collaborazione di Pharrell Williams per la parte vocale e di Nile Rodgers alla chitarra. Il brano ha ottenuto ottimi risultati di ascolti e di vendite ed impazza nelle piste di ballo di mezzo mondo.
Pharrell Williams, quest’anno, sta ottenendo un grande successo perché lo ritroviamo anche nella top chart “Blurred Lines” in voce con Robin Thicke e al rapper T.I.
Ma anche l’eccentrico e coloratissimo duo australiano Empire of The Sun, con il brano “Alive” stanno andando molto bene, il loro è un sound molto estivo che sarà molto ascoltato.
Altro duo gettonato sono Icona Pop che con la partecipazione di Charli XCX stanno spopolando con il loro brano “I love it”.
Per completare la parte internazionale segnaliamo anche gli Ola con “I'm in love” e l’ormai suonatissimo brano  My head is a jungle” di Wankelmut  con la voce di Emma Louise.
Sul fronte italiano iniziamo con due talenti sfornati da Amici di Maria De Filippi, Emma Marrone con “Amami” che sarà uno dei brani candidati all’oscar come tormentone estivo italiano dell’estate 2013; e il rapper Moreno Donadoni, che sta dando filo da torcere a colleghi più maturi ottenendo buoni risultati con il suo singolo d’esordio “Che confusione”.
Ma nella compilation segnaliamo anche Max Pezzali con “L'universo tranne noi” e il suonatissimo “Ti porto via con me” di Lorenzo Jovanotti cantato con Benny Benassi.
Ma noi pensiamo che forse il tormentone dell’estate sarà un altro…
Alfonso, tanti auguri ma non ti conosco. Che vita di merdaaa!” La cantautrice è la catanese Levante, che sta vivendo un momento di gloria perché il suo brano “Alfonso” viene trasmesso in tutte le radio. Sono note allegre e fresche ma leggendo il testo è molto più che malinconico!
Anche quest’anno, dopo un ritardo nelle condizioni meteo, sembra finalmente decollata l’estate climatica ma anche musicale e ci sarà, come sempre, l’imbarazzo nella scelta dei brani da ascoltare.
Noi qualche consiglio ve lo abbiamo dato! E allora, in compagnia della buona musica e della Radio… buone vacanze a tutti!!!

giovedì 30 maggio 2013

Non si può fare, si rischia l’arresto!

Ci capita spesso di essere contattati da giovani che vorrebbero fondare una radio libera in Fm, per poter avere la possibilità di mandare in onda le loro idee.
Noi rispondiamo sempre che “non si può fare”, perché si rischia l’arresto! Infatti per esercire una radio bisogna essere dei concessionari ed avere una regolare licenza rilasciata dal Ministero delle Comunicazioni. Se il vostro desiderio è quello di farvi conoscere, proponete il vostro progetto alle radio legalmente autorizzate, oppure scegliete un altro mezzo, oggi non c'è che l'imbarazzo della scelta. A tal riguardo pubblichiamo un articolo apparso su “Salernonotizie”, che parla proprio di un episodio di chiusura di una “radio pirata”, accaduto qualche giorno fa in provincia di Salerno.
… è scattata l’operazione “Radio Sicure” l’indagine coordinata dalla Procura di Salerno è stata condotta dal Procuratore della Repubblica di Salerno Franco Roberti.
L’operazione, diretta dal responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Salerno Sost. Commissario Alberto Galano, ha impiegato personale specializzato della Polizia Postale, Funzionari dell’Ispettorato Telecomunicazioni e Funzionari della SIAE, tutti di Salerno, che hanno oscurato e sequestrato, nella zona orientale della città, una radio abusiva e relativi ponti radio. Gli specialisti della Polizia Postale e dell’Ispettorato già da tempo stanno monitorando numerose frequenze sospette nella provincia di Salerno.
Le indagini mirate, sono state finalizzate alla ricerca e alla repressione delle violazioni riguardanti il mancato possesso della prescritta concessione ministeriale per l’installazione e per l’esercizio di impianti di radiodiffusione sonora e televisiva nonché degli obblighi relativi al pagamento dei diritti SIAE e di quelli connessi all’esercizio del diritto d’autore nel corso delle trasmissioni radio-televisive, attraverso la diffusione non autorizzata delle opere tutelate. Nell’ambito di tali controlli è stata scoperta una radio “abusiva” avente anche ponti radio dislocati nella fascia costiera, oscurata dagli ispettori di Polizia Antonio Buglione e Michele Marino Sica. Durante le perquisizioni sono state abbattute tutte le antenne e sequestrate le apparecchiature radiofoniche, nonché un’ingente quantità di materiale musicale riprodotto illecitamente. L’emittente, era specializzata nella trasmissione di musica neomelodica, intervallata da spot pubblicitari prodotti irregolarmente.
Il titolare della radio, totalmente sconosciuto al fisco, è stato sorpreso durante le perquisizioni mentre trasmetteva da un appartamento sito nella zona orientale di Salerno. Gli agenti operanti, unitamente a funzionari della SIAE e del servizio antipirateria della direzione di Napoli hanno proceduto al sequestro di vari apparati informatici, numerosi CD contraffatti nonché trasmettitori, antenne e consolle.
Il proprietario dell’emittente radiofonica è stato denunciato alla procura della Repubblica di Salerno. Sono in corso indagini in tutta la provincia mirate a stroncare il fenomeno dell’abusivismo.
http://www.salernonotizie.net/salerno-scoperta-e-sequestrata-radio-abusiva-trasmetteva-canzoni-neomelodiche.html

giovedì 25 aprile 2013

8° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia a “Domenica Cultura”, questa settimana, le Testimonianze di Fede!


Domenica 28 Aprile 2013 dalle ore 10,00 in poi, durante “Domenica Cultura”, trasmissione di approfondimento di Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano, si parlerà nuovamente dell’ 8° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia, svoltosi Domenica 14 Aprile presso il Saracen Center di Isola delle Femmine - Palermo.
Questa settimana verranno trasmesse le Testimonianze di Fede di Suor Chiara e Suor Rachele delle Sorelle minori di San Francesco; di Don Matteo Ingrassia Vicario parrocchiale della Parrocchia San Giovanni Apostolo a Palermo; delle signore Katia Chiofalo di Menfi e Maria Ingargiola di Carini e del signor Domenico Maniscalco di Sciacca, che ci parleranno del loro incontro con Maria.
Suor Chiara e Suor Rachele ci parleranno della loro vocazione e di come la Madre Santissima ha avuto un ruolo molto importante nel loro cammino di fede. Don Matteo viene da una comunità molto “Mariana” come quella di Misilmeri e ha voluto suggellare la sua alleanza con la Madre Regina e Vincitrice Tre volte Ammirabile di Schoenstatt, con l’Alleanza d’Amore. Diverse le tre testimonianze dei laici, il signor Maniscalco parlerà della sua conversione alla fede. La signora Chiofalo racconterà la storia del suo divorzio e di come la fede ha contrastato l’abisso in cui stava precipitando, dopo la separazione. Infine, la signora Ingargiola parlerà di come la Madre ha interceduto nella sua guarigione da un tumore e di come gli stessi medici hanno testimoniato quel miracolo.  
Testimonianze tutte diverse tra loro, ma accomunate dalla fiducia in Gesù, unico Salvatore e nella benevolenza di una Madre affettuosa, sempre presente, che da pace, gioia e serenità…
Da ascoltare!
Tutto questo a “Domenica Cultura”  in onda Domenica 28 Aprile 2013 dalle ore 10,00 in poi su Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano (Fm 102,500 e on-line), con replica mercoledì 1° Maggio alle ore 24,00.
Si ricorda agli ascoltatori che gli speciali di “Domenica Cultura” si possono riascoltare in Podcast e scaricare in Mp3 dal nostro sito http://www.radiostudiocentro.it/  cliccando sul seguente collegamento http://www.radiostudiocentro.it/Podcast-DomenicaCultura.htm .
Per avere ulteriori informazioni si può telefonare alla redazione al numero diretto 3343324082 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica: radiostudiocentro@email.it .

giovedì 18 aprile 2013

8° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia: un’intensa giornata di festa dedicata a Maria!

Su Radio Studio CentroConsorzio Radiofonico Siciliano, nel corso della prossima puntata di “Domenica Cultura” in onda domenica 21 Aprile 2013, si parlerà del Movimento di Schoenstatt ed in particolare dell’ 8° Incontro Regionale della Famiglia di Schoenstatt in Sicilia svoltosi domenica 14 aprile presso il Saracen Center di Isola delle Femmine a Palermo: un’intensa giornata di festa dedicata a Maria!
Padre Ludovico Tedeschi
La redazione di “Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano - Due Erre Italia” ha partecipato all’Incontro con Salvo Rallo e Maria Antonina Rubino, che hanno raccolto le catechesi di Padre Ludovico Tedeschi, responsabile del Movimento in Italia; Don Giuseppe Cassarino, Rettore della Chiesa SS. Trinità di Catania e assistente spirituale del RnS per la Sicilia; ma anche le testimonianze di Suor Chiara delle sorelle minori di San Francesco e di alcune persone che hanno parlato del loro incontro con Maria.

Questa settimana, nel corso della nuova puntata di “Domenica Cultura”, dalle ore 10,00 in poi, si potranno ascoltare la catechesi di Padre Ludovico Tedeschi sul tema “Maria, la famiglia e la vita quotidiana” e la catechesi di Don Giuseppe Cassarino sul tema “Maria, donna della fede”.
La prossima settimana verranno trasmesse le testimonianze di fede.
Don Giuseppe Cassarino
Per avere ulteriori dettagli sulla trasmissione o informazioni sul Movimento di Schoenstatt in Sicilia, si può contattare la redazione dell'emittente, al numero diretto 334.332.40.82 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica: radiostudiocentro@email.it . 
 
Sicuramente un’altra puntata di “Domenica Cultura” da non perdere, in onda domenica 21 Aprile 2013 dalle ore 9,00 in poi, con replica mercoledì 24 Aprile alle ore 24,00.
Si ricorda agli ascoltatori che gli speciali di “Domenica Cultura” si possono riascoltare in Podcast e scaricare in Mp3 dal nostro sito www.radiostudiocentro.it  cliccando sul seguente collegamento http://www.radiostudiocentro.it/Podcast-DomenicaCultura.htm

domenica 31 marzo 2013

Buona Pasqua 2013 a tutti i nostri radioascoltatori!


Vogliamo augurarvi Buona Pasqua con le parole di Papa Francesco pronunciate in questa Domenica di Resurrezione:
 
Cristo ha vinto la morte. "Pace a questa nostra Terra"!  
…Vorrei che giungesse in ogni casa, in ogni famiglia, specialmente dove c’è più sofferenza, negli ospedali, nelle carceri. Soprattutto vorrei che giungesse a tutti i cuori, perché è lì che Dio vuole seminare questa Buona Notizia: Gesù è risorto, c’è speranza per te, non sei più sotto il dominio del peccato, del male! Ha vinto l’amore, ha vinto la misericordia!" "Ecco che cos’è la Pasqua: è l’esodo, il passaggio dell’uomo dalla schiavitù del peccato, del male alla libertà dell’amore, del bene. Perché Dio è vita, solo vita, e la sua gloria è l’uomo vivente". "Questo passaggio dalla schiavitù del male alla libertà del bene, deve attuarsi in ogni tempo, negli spazi concreti della nostra esistenza, nella nostra vita di ogni giorno. Quanti deserti, anche oggi, l’essere umano deve attraversare!".
"E così, domandiamo a Gesù risorto, che trasforma la morte in vita, di mutare l’odio in amore, la vendetta in perdono, la guerra in pace". "Pace per il Medio Oriente, in particolare tra Israeliani e Palestinesi, che faticano a trovare la strada della concordia, affinché riprendano con coraggio e disponibilità i negoziati per porre fine a un conflitto che dura ormai da troppo tempo". "Pace in Iraq, perché cessi definitivamente ogni violenza, e, soprattutto, per l’amata Siria, per la sua popolazione ferita dal conflitto e per i numerosi profughi, che attendono aiuto e consolazione. Quanto sangue è stato versato! E quante sofferenze dovranno essere ancora inflitte prima che si riesca a trovare una soluzione politica alla crisi? Pace per l’Africa, ancora teatro di sanguinosi conflitti. In Mali, affinché ritrovi unità e stabilità; e in Nigeria, dove purtroppo non cessano gli attentati, che minacciano gravemente la vita di tanti innocenti, e dove non poche persone, anche bambini, sono tenuti in ostaggio da gruppi terroristici". "Pace nell’est della Repubblica Democratica del Congo e nella Repubblica Centroafricana, dove in molti sono costretti a lasciare le proprie case e vivono ancora nella paura. Pace in Asia, soprattutto nella Penisola coreana, perché si superino le divergenze e maturi un rinnovato spirito di riconciliazione. Pace a tutto il mondo, ancora così diviso dall’avidità di chi cerca facili guadagni, ferito dall’egoismo che minaccia la vita umana e la famiglia, egoismo che continua la tratta di persone, la schiavitù più estesa in questo ventunesimo secolo". "Pace a tutto il mondo, dilaniato dalla violenza legata al narcotraffico e dallo sfruttamento iniquo delle risorse naturali! Pace a questa nostra Terra! Gesù risorto porti conforto a chi è vittima delle calamità naturali e ci renda custodi responsabili del creato".
Rendete grazie al Signore perché è buono, perché il Suo amore è per sempre.
Il Suo amore è per sempre!
Auguri!!!

giovedì 28 marzo 2013

Per i “Servizi Speciali di Radio Studio Centro” questa settimana si parlerà dei “Canti della Passione del Giovedì Santo”

Nuovo appuntamento dei “Servizi Speciali di Radio Studio Centro”! Sabato 30 Marzo alle ore 16,00 e Domenica 31 Marzo 2013 (Pasqua) dalle ore 10,00 in poi durante il corso di “Domenica Cultura”, su Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano, si parlerà dei Canti della Passione del Giovedì Santo
"Tri bboti cci ha passatu,
ddu Gèsu di sta strata,
chista è l'ùrtima chiamata,
èmulu a visitari".
I Canti della Passione del Giovedì Santo costituiscono una delle principali espressioni del patrimonio musicale tradizionale della Sicilia; vengono tramandati oralmente di generazione in generazione e quelli di Marineo, oltre ad essere tra gli ultimi rimasti, sono tra i più belli ed intensi. Ogni anno, la notte del Giovedì Santo, anziani e giovani cantori marinesi fanno rivivere questa antica tradizione locale.
Lo svolgimento avviene seguendo uno schema ben definito, verso la mezzanotte i cantori si riuniscono nei pressi della cappella della Santa Croce e dopo le prime esecuzioni davanti alla Croce, ogni gruppo parte per i diversi quartieri del paese dove, nella notte, intonerà i Canti della Passione di Gesù Cristo. Gli antichi lamenti dialettali, dedicati alla passione e morte di Cristo, hanno una forza straordinaria, dovuta alla modulazione della voce dei cantori che durante la notte riescono a suggestionare la sensibilità e suscitare forti emozioni negli ascoltatori.
La "Troccula"
La caratteristica del repertorio dei Canti di Marineo è  che sono dei canti monodici, cioè eseguiti da una sola persona,  le esecuzioni vengono intervallate dal suono della “Troccula”, lo strumento dei giorni della Passione, realizzato con una tavola di legno duro, forata nella parte alta per ottenere un manico per la presa del suonatore. Sui lati della tavoletta sono collocate due maniglie in ferro, che andando a battere sopra la tavoletta provoca il caratteristico suono delle “catene di Gesù”.
Come si è già detto, i testi dei canti sono stati tramandati dai cantori marinesi soprattutto per via orale, anche se esistono un paio di pubblicazioni che in parte li raccolgono.
Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano sta cercando di organizzare un Archivio della Memoria in cui confluiranno vari contributi culturali, tra cui i Canti della Passione del Giovedì Santo. Il Progetto è curato da Salvatore Rallo con la preziosa collaborazione dell’etno-antropologo Franco Vitali. Per quanto riguarda i Canti della Passione, alcune registrazioni audio-video sono state già registrate lunedì 25 marzo presso la chiesa di Sant’Anna, dove un gruppo di cantori ha voluto dar vita a questa ricerca che arricchirà la cultura locale non solo di Marineo ma anche dei paesi vicini.
Sicuramente un’altra puntata dei “Servizi Speciali di Radio Studio Centro” da non perdere, in onda Sabato 30 Marzo alle ore 16,00 e Domenica 31 Marzo 2013 (Pasqua) dalle ore 10,00 in poi durante il corso di “Domenica Cultura(in replica mercoledì 3 Aprile 2013 dalle ore 24,00 in poi).

Salvatore Rallo

venerdì 8 marzo 2013

Weekend a ritmo dance: per volare con la fantasia!

Su Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano il week-end è a ritmo di dance. Dedicato ad un pubblico più giovane è da poco tempo in onda un format che fa tendenza curato dal Dj FranK B.House Club Set  The best sounds of the dancefloor. Un format radiofonico che il sabato e la domenica monopolizza il palinsesto della radio e mantiene in sintonia moltissimi giovani ascoltatori. Una scelta coraggiosa da parte della direzione dell’Emittente, con un palinsesto (molto variegato) nei giorni feriali destinato ad un pubblico più attento, che ascolta la Radio. Un’altra curiosità è quella che “House Club Set” è la prima Community House Siciliana. Infatti dalla Sicilia parte per tutto il mondo un’ora di buona musica House manipolata dai migliori Dj e Producers Italiani.
Sulle frequenze di Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano (FM 102.5 e On-line) “House Club Set” va in onda il sabato sera dalle 21,30 in poi e in replica la domenica dalle 14,00. Assolutamente da non perdere!
Tiziano Torre Dj
E dato che i Dj non sono utili solo in discoteca, anzi, la tendenza del momento oltre alla radio sono i musical a ritmo di dance e i party a tema, nell’occasione segnaliamo anche l’altro format in onda nel nostro week-end dedicato alla musica disco “3D Music Dimension” due ore di musica dance mixata da Tiziano Torre Dj. Un progetto italiano, FM e web radio, dedicato solo alla musica Trance e Progressive. Chi ascolta il programma potrà godere di un sound che farà volare verso mondi lontani e viaggiare con la fantasia. Una bellissima musica, difficile da trovare in giro, per cui i complimenti vanno tutti a Tiziano Torre che la propone. “3D Music Dimension” va in onda su Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano il sabato sera dalle 22,30 in poi e in replica la domenica dalle 15,00.
E non è tutto, a breve partirà un altro programma dedicato alla musica dance, ma di questo ne parleremo al momento opportuno. Intanto godiamoci questi due programmi e la loro musica e usando le parole di John Addison chiudiamo il pezzo affermando che la “Musica è il più grande bene che i mortali conoscano. È tutto ciò che del paradiso noi abbiamo quaggiù!
S. R.

mercoledì 13 febbraio 2013

13 Febbraio: Giornata Mondiale della Radio

Il Segretariato Generale delle Nazioni Unite (ONU) e l`UNESCO hanno scelto il 13 Febbraio per celebrare la Giornata Mondiale della Radio, importante mezzo di comunicazione e d`informazione, con costi di gestione accessibili, in grado di raggiungere agevolmente un grande numero di persone in tutto il mondo.
L’evento, mira anche a ricordare l`importanza della cooperazione internazionale tra emittenti ed editori radiofonici, e ad incoraggiare i maggiori canali radio nel mondo a promuovere l`accesso all`informazione e alla libertà di espressione attraverso l`etere.
La radio è un mezzo che, stando alle parole del Segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon, “sin dalla sua invenzione, più di cento anni fa, ha acceso l’immaginazione, aperto le porte al cambiamento, ed è stata un canale di informazione per ottenere notizie vitali. La radio intrattiene, educa e informa”.
In questa giornata viene riconosciuto quindi alla radio l’importante ruolo che svolge, d’intrattenere, di trattare argomenti che riguardano la vita quotidiana della gente, oltre di servizio di pubblica utilità che in casi d’emergenza diventa quasi necessario, in quanto la radio è il miglior mezzo d’informazione che veicola le notizie in tempi brevi.
Francobolli commemorativi della II Giornata Mondiale della Radio - 2013
Salvatore Rallo

lunedì 11 febbraio 2013

Ultimora: Benedetto XVI annuncia le sue dimissioni

Dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sarà vacante e dovrà essere convocato il Conclave per l’elezione del nuovo Sommo Pontefice. "Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino". Con queste parole Benedetto XVI ha annunciato le sue dimissioni.
"Sono ben consapevole - ha precisato - che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di San Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato". Benedetto XVI ha continuato nella sua Declaratio di essere "ben consapevole della gravità di questo atto" ma che "con piena libertà" dichiara di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, affidatogli per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005. "Carissimi Fratelli - conclude il Papa - vi ringrazio di vero cuore per tutto l’amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero, e chiedo perdono per tutti i miei difetti. Ora, affidiamo la Santa Chiesa alla cura del suo Sommo Pastore, Nostro Signore Gesù Cristo, e imploriamo la sua santa Madre Maria, affinché assista con la sua bontà materna i Padri Cardinali nell’eleggere il nuovo Sommo Pontefice. Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorrò servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio".
Per questa notizia insolita ed inaspettata stiamo preparando un dossier che trasmetteremo Domenica prossima 17 febbraio 2013 nel corso della trasmissione "Domenica Cultura". Da non perdere!
Il testo è tratto dal sito dell'emittente sovranazionale (nostra partner) Radio Vaticana: www.radiovaticana.va 

venerdì 25 gennaio 2013

27 Gennaio 2013 “Giornata della Memoria”: le storie e le memorie di quella terribile vicenda umana

In occasione della “Giornata della Memoria” con la quale si ricordano le vittime della Shoah e del Nazifascismo, domani 27 Gennaio 2013 il settimanale “Domenica Cultura” in onda dalle ore 09,00 in poi su Radio Studio CentroConsorzio Radiofonico Siciliano, Fm 102,500 Mhz e on-line, verrà dedicato interamente alle storie e alle memorie di quella terribile vicenda umana.  
Lia Levi
Nella prima parte di Domenica Cultura “Storie” racconterà la vicenda umana di una donna che nel 1938 aveva appena 7 anni e si è trovata ad affrontare problemi più grandi di lei, come la guerra e la persecuzione razziale, allora era solo una bambina nata da una famiglia piemontese, di origine ebraica, Lia Levi. Oggi diventata una scrittrice e una giornalista, incontra giovani e bambini per dare la sua testimonianza, raccontando la sua esperienza.

Nella seconda parte, sempre in esclusiva per Radio Studio Centro – C.R.S., verrà trasmesso un audio documentario di Andrea Giuseppini e Roman Herzog dal titolo «Stücke - Pezzi». Memorie dei deportati e internati siciliani nei campi nazisti. Per le Edizioni Audiodoc.
Stücke in tedesco significa “pezzi”. “Ho contato 200 pezzi” era la frase con cui si concludeva l´appello nei campi nazisti, oppure 1.000 o 10.000 secondo la grandezza del campo. Sempre però pezzi. Non prigionieri. Tanto meno persone.
Sono stati ridotti a Stücke anche i protagonisti di questo audio documentario, i siciliani deportati e internati in Germania. A più di 60 anni di distanza raccontano, alcuni per la prima volta, la loro infanzia, la povertà, la Sicilia sotto il fascismo e la guerra. L´armistizio dell´8 settembre del 1943, la cattura o lo sbandamento. L´internamento e la guerra partigiana. Il massacrante lavoro coatto, la fame, le punizioni. Lo sterminio e la difficoltà di essere, dopo, tra i sopravvissuti. La liberazione dai campi e il rientro in Sicilia, una terra dove ricordare non è stato per nulla semplice. Anzi, nel dopoguerra in Sicilia era per loro più facile dimenticare.
Stucke Pezzi - Audiodoc
Molte voci e molte storie diverse quelle raccontate dai siciliani, ma che, nella loro coralità, riescono a restituire la complessità del sistema concentrazionario nazista e danno la possibilità all´ascoltatore di “sentire” cosa significa essere stato ridotto a pezzi – a Stücke.
Per avere ulteriori informazioni sull’audio documentario «Stücke - Pezzi» potete inviare una mail a: audiodoc@audiodoc.it .

L´audio documentario «Stücke - Pezzi» è il frutto di un più ampio lavoro di ricerca e raccolta di testimonianze orali di siciliani sopravvissuti alla deportazione e all´internamento. Sul sito internet www.imiedeportati.eu sono presentati i risultati di questa ricerca.

Questi due documentari vogliono essere il contributo di Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano per non dimenticare! In una nuova puntata della trasmissione “Domenica Cultura”, curata da Salvo Rallo, sicuramente da ascoltare. In onda Domenica 27 Gennaio 2013 dalle ore 09,00 in poi con replica mercoledì 30 Gennaio dalle ore 24,00. Per info radiostudiocentro@email.it

Salvatore Rallo 

lunedì 7 gennaio 2013

La programmazione dell'Informazione su Radio Studio Centro C.R.S. - La settimana tipo per il 2013!

Con lo slogan… Tutta l’informazione che cerchi, in tempo reale! Parte la nuova stagione di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano l’unica emittente locale che, in continua evoluzione, va incontro alle diverse aspettative dei radio ascoltatori e ora con il Giornale Radio soddisfa l’esigenza primaria dell’informazione che contraddistingue gli ascoltatori più esigenti! ...Un notiziario di pochi minuti letto in tempi rapidi, con interventi diretti dei protagonisti degli avvenimenti più importanti e una grande attenzione alla cronaca, alla politica e anche allo sport. Uno sforzo enorme della nostra Radio per fornire notizie sempre puntuali e aggiornate, in ogni momento della giornata.