Visitate anche il nostro sito istituzionale: www.radiostudiocentro.it

domenica 25 maggio 2014

Educare alla sessualità e all'affettività…


Giovedì 29 maggio 2014 alle ore 17,00 presso il Teatrino Scolastico, sito in Piazza Garfield e Lodi a Marineo, ultimo appuntamento con il ciclo di Conferenze sui problemi giovanili “Insieme per Capirci Qualcosa”, organizzate da Radio Studio Centro – Consorzio Radiofonico Siciliano.
Il tema di questo settimo incontro sarà “Educare alla sessualità e all'affettività” (Quando bisogna iniziare a parlare ad un figlio di sessualità -  l’imbarazzo dell’adulto di fronte al tema della sessualità del bambino e dell’adolescente – come far concepire la sessualità e l'affettività in modo positivo).
La sfera affettiva è molto importante nello sviluppo dell'individuo. Nell’età giovanile si cominciano a definire le proprie caratteristiche e pertanto l'educazione socio-affettiva deve facilitare la conoscenza di se stessi, per vivere le proprie emozioni e dei propri pari e il rapporto con gli adulti. Tali esperienze completano l'individuo, che così potrà realizzarsi pienamente nell’età adulta. L’educazione sessuale e socio-affettiva deve facilitare pertanto lo sviluppo sessuale e psico-relazionale dei giovani.
Gli esperti dovrebbero affiancare le varie componenti scolastiche, spesso assenti, ed entrare su questa importante tematica nel ruolo educativo che passa dall’insegnante alla famiglia. In una collaborazione che diventa particolarmente importante e proficua, in quanto permette di sensibilizzare gli insegnanti e le famiglie su questi temi e fornire i contenuti da trattare nel campo della sessualità e dell'affettività, consentendo degli interventi efficaci.
Altro importante obiettivo che la conferenza si prefissa è quello di informare i giovani, ma anche gli adulti-genitori, sulle opportunità che vengono offerte dalle strutture dei Consultori dislocati nel territorio, che saranno in grado di rispondere alle loro richieste anche in modo personalizzato.
All'incontro interverranno il Dott. Carlo Greco, Pediatra; il Dott. Giuseppe Aronadio, Psicologo, e la Dott.ssa Angela Cusmano, Assistente Sociale, entrambi esperti del Dipartimento Salute della Donna e del Bambino dell’A.S.P. 6 di Palermo; la Dott.ssa Francesca Salerno, Assistente Sociale e Assessore alle politiche sociali del Comune di Marineo. L’incontro verrà moderato da Maria Antonina Rubino della redazione giornalistica di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano.


La registrazione della conferenza si potrà ascoltare domenica prossima dalle ore 10,00 in poi, nel corso del programma “Domenica Cultura”, in onda sulle frequenze dell’emittente. Successivamente sarà possibile scaricarla o ascoltarla in podcast, dal sito ufficiale dell’emittente www.radiostudiocentro.it. Altre notizie relative al ciclo di conferenze o sulle repliche in radio si potranno trovare sul Blog dell’emittente http://radiostudiocentro.blogspot.com

(Salvo Rallo)

venerdì 2 maggio 2014

Il bullismo come anticamera della delinquenza…


Martedì 29 aprile 2014, presso i locali del Teatrino Scolastico dell’I.C. Marineo - Bolognetta, si è tenuto il sesto incontro del Ciclo di Conferenze dedicate ai problemi dei giovani e delle famiglie, “Insieme per capirci qualcosa”.
Sei un bullo? Sei un debole!” (Il bullismo come anticamera della delinquenza; buonismo, permissivismo delle famiglie; videogiochi violenti e messaggi diffusi dai media, come cause scatenanti del fenomeno), è stato l'importante argomento trattato.
Alla conferenza sono intervenuti il Dott. Michele De Lucia, Psicologo e Psicoterapeuta; il Prof. Giovanni Puma, Docente dell'Istituto Comprensivo Marineo-Bolognetta; la Dott.ssa Francesca Salerno, Assistente Sociale e Assessore alle politiche sociali del Comune di Marineo e il Dott. Carlo Greco, Pediatra. Ha moderato l’incontro Maria Antonina Rubino della redazione giornalistica di Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano.
L’incontro è iniziato con l’intervento del Dott. Carlo Greco, che ha dato a tutti i presenti (e ai nostri radioascoltatori), in modo semplice e breve, una definizione di bullismo. Ha evidenziato, come da medico Pediatra, quando e come si è venuto a trovare ad affrontare il problema del bullismo. Ha poi spiegato che il fenomeno del bullismo va curato in famiglia, perché è da qui che nascono tutti i problemi dei ragazzi. Infine, come il bullismo, che è un comportamento che si sviluppa sopratutto nell'età dell'adolescenza, se non corretto, in età adulta potrebbe sfociare in problematiche ancora più gravi e complicate.
Il Dott. Michele De Lucia, ha parlato di chi è il bullo; delle sue principali caratteristiche, quali l’età o i luoghi; se il bullo agisce da solo o in compagnia e anche se esiste il fenomeno al femminile; infine della vittima del bullo. Tracciandone un’analisi e contemplandone i disagi psicologici.  Ha poi sottolineato che i bulli si comportano così per avere una maggiore autostima e compensare i loro complessi e frustrazioni, oppure perché sentendosi loro stessi degli emarginati hanno bisogno di attenzione, e quindi hanno il gusto di fare del male.  
Il Prof. Giovanni Puma ha trattato di qual'è la tipologia degli episodi di bullismo che vengono segnalati in ambito scolastico. Ma anche di quali sono i consigli che si possono dare ai genitori e ai docenti su questa problematica e perché bisogna fermare il bullismo.
Infine, la Dott.ssa Francesca Salerno ha spiegato che il Cyber Bulling è una nuova forma di bullismo che viene attuata tramite il supporto elettronico, che è ancora più difficile da controllare e dagli sviluppi impensati.
Molti bambini vittime di episodi di bullismo soffrono in silenzio; hanno stati di ansia, panico, comportamenti depressivi o psicotici. Nei casi estremi questo fenomeno può indurre anche al suicidio...
Per aiutare i genitori a capire meglio i propri figli  esiste una guida curata da Telefono Azzurro, dal titolo "Bullismo, che fare?, che aiuta a capire se i nostri figli potrebbero essere vittime di bullismo, basterà accertarsi se:
1) Tornano spesso a casa con i vestiti stracciati o sgualciti, libri o oggetti rovinati;
2) Dicono di aver perso i soldi che gli avevate dato;
3) Hanno lividi o ferite per i quali non riescono a fornire una spiegazione;
4) Non invitano più a casa i compagni di classe o i coetanei e non trascorrono più del tempo con loro;
5) Smettono improvvisamente di andare su Internet o, al contrario, controllano in continuazione i propri profili sui social network;
6) Hanno paura di andare a scuola o in altri luoghi di aggregazione che prima frequentavano abitualmente;
7) Hanno mal di stomaco o mal di testa frequenti prima di andare nei luoghi di aggregazione (scuola o palestra);
8) Hanno un improvviso calo nel rendimento scolastico, difficoltà del sonno, inconsueti sbalzi di umore, irritazione o scoppi d'ira…

Assolutamente da non perdere! La registrazione potrà essere riascoltata su Radio Studio Centro - Consorzio Radiofonico Siciliano, in FM (102,500 Mhz) e on-line, Domenica 4 Maggio 2014 alle ore 10,10 nel corso della trasmissione "Domenica Cultura", con replica Mercoledì 7 Maggio alle ore 24,00. Infine ricordiamo che gli speciali di “Domenica Cultura” si possono anche riascoltare in Podcast e scaricare in Mp3 dal sito http://www.radiostudiocentro.it/ alla pagina RSCLive - Podcast/Domenica Cultura o cliccando sul seguente collegamento http://www.radiostudiocentro.it/Podcast-DomenicaCultura.htm
Salvo Rallo